Le informazioni contenute in questo sito sono destinate esclusivamente a investitori qualificati.

Gli investitori privati non possono ricorrere o affidarsi alle informazioni contenute in queste pagine.

Si raccomanda di leggere la sezione “Termini e Condizioni” prima di navigare nel sito.

Selezionare l’opzione sulla destra per confermare di essere un investitore qualificato e di voler continuare.

Tipo di investitore

Tassazione delle rendite finanziarie

Come stabilito dagli artt. 3 e 4, D.L. n. 66/2014 (c.d. Decreto IRPEF), convertito in legge, con modifiche dalla legge n. 89/2014, le disposizioni relative alla tassazione delle rendite finanziarie entrate in vigore dal 1° luglio 2014 prevedono l’applicazione di un’aliquota unica pari al 26% sui redditi di capitale e sui redditi diversi di natura finanziaria.

Dall’applicazione dell’aliquota del 26% restano tuttavia esclusi i titoli di Stato italiani ed equiparati nonché i titoli pubblici di Stati esteri appartenenti alla cosiddetta “white list”. Per questi strumenti resta in vigore l’aliquota agevolata del 12,5%.

Al fine di non penalizzare sotto il profilo fiscale gli investimenti indiretti mediante fondi comuni, la possibilità di beneficiare del differenzale di aliquota è stata estesa agli OICR, relativamente alla quota di proventi derivante da titoli di Stato. Tale quota per il singolo comparto è posta pari alla percentuale media di titoli di Stato presenti nel comparto calcolata in base ai dati della relazione semestrale e del bilancio annuale più recenti.

Rendiamo di seguito disponibili le percentuali medie di titoli pubblici dei singoli comparti presenti nella SICAV lussemburghese per il periodo 01 luglio 2018 – 31 dicembre 2018.

Per accedere agli storici per il periodo:

- 01 gennaio 2018 – 30 giugno 2018 si prega di cliccare qui

Cyveillance Protected

Il presente sito è concepito ad uso esclusivo degli investitori qualificati ed è fornito ad esclusivo uso personale. Le informazioni contenute in questo sito non sono rivolte ad altri utenti.

Il valore degli investimenti è destinato a oscillare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso dei prezzi dei Fondi, pertanto è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.