M&G (Lux) Emerging Markets Bond Fund

Obiettivo e politica d’investimento

Obiettivo

Il fondo punta a generare, attraverso una combinazione di reddito e crescita di capitale, un rendimento maggiore rispetto a quello del mercato globale delle obbligazioni dei paesi emergenti, in qualsiasi orizzonte d’investimento di tre anni.

Politica e strategia d’investimento

Investimento core: Almeno l’80% del fondo è investito in obbligazioni emesse da governi, agenzie governative o società di paesi dei mercati emergenti* e denominate in qualunque valuta.

Altri investimenti: Il fondo investe anche in valute, concentrandosi soprattutto su quelle dei mercati emergenti e sulle valute principali, come il dollaro USA e l’euro. Detiene anche liquidità o attivi facilmente monetizzabili.

Utilizzo di derivati: Il fondo investe solitamente in modo diretto, ma può anche investire indirettamente tramite i derivati. Possono essere utilizzati derivati per gestire i rischi e ridurre i costi, nonché per compensare gli effetti dell’esposizione valutaria degli investimenti non in dollari USA del fondo.

Per maggiori informazioni in merito alle tipologie di obbligazioni detenute e ai derivati utilizzati, si rimanda al Prospetto.

* La definizione di mercati emergenti indica i paesi inclusi nell’indice MSCI Emerging Markets e/o che rientrano nella definizione della Banca Mondiale di economie in via di sviluppo, come di volta in volta aggiornata.

Strategia in breve: Il gestore seleziona gli investimenti in base a una valutazione dei fattori macroeconomici globali, regionali e specifici dei singoli paesi, nonché ad un’analisi approfondita degli emittenti delle singole obbligazioni.

Nella selezione delle singole obbligazioni, il gestore degli investimenti è coadiuvato da un sub-gestore del fondo e da un team interno di analisti. Il fondo è diversificato tramite l’investimento in una serie di obbligazioni dei mercati emergenti globali.

Performance a confronto: Il fondo viene gestito attivamente. Un indice composito, che comprende 1/3 JPMorgan EM Government Bond Index Global Diversified, 1/3 JPMorgan EM Corporate Bond Index Broad Diversified e 1/3 JPMorgan EM Government Local currency Bond IndexGlobalDiversified, rappresenta un riferimento per valutare le performance del fondo. Questi indici rappresentano, rispettivamente, i mercati dei titoli di Stato dei paesi emergenti denominati in valute forti; i mercati delle obbligazioni societarie dei paesi emergenti denominate in valute forti; e i mercati dei titoli di Stato dei paesi emergenti denominati in valute locali.

Glossario

Obbligazioni: prestiti a governi e società che corrispondono un interesse.

Derivati: contratti finanziari il cui valore dipende da altre attività.

Di seguito sono riportati i rischi principali che potrebbero influenzare i risultati

Il valore e il reddito derivante dalle attività del fondo potrà scendere, ma anche salire. Ciò determinerà una flessione o un aumento del valore del vostro investimento. Non vi è alcuna garanzia che il fondo consegua il proprio obiettivo ed è possibile che recuperiate un importo inferiore a quello inizialmente investito.

L’investimento nei mercati emergenti comporta un rischio di perdita maggiore riconducibile, tra gli altri fattori, a rischi economici, valutari, di liquidità e regolamentari. Potrebbero sorgere delle difficoltà di acquisto, vendita, custodia o valutazione degli investimenti in tali paesi.

Gli investimenti in obbligazioni sono influenzati da tassi d’interesse, inflazione e rating di credito. È possibile che gli emittenti delle obbligazioni non paghino gli interessi o non rimborsino il capitale. Tutte queste eventualità possono ridurre il valore delle obbligazioni detenute dal fondo.

Il fondo può essere esposto a varie valute. Le fluttuazioni dei tassi di cambio possono incidere negativamente sul valore del vostro investimento.

Il fondo può fare ricorso a derivati per trarre vantaggio da un aumento o da un calo imprevisti del valore di un’attività. Se il valore di un’attività subisce una variazione imprevista, il fondo subirà una perdita. L’utilizzo di derivati da parte del fondo può essere ampio e superare il valore del suo patrimonio (leva finanziaria). L’effetto che ne deriva è un’amplificazione delle perdite e degli utili, con conseguenti maggiori fluttuazioni di valore del fondo.

Il processo di copertura punta a minimizzare, ma non può eliminare, l’effetto delle fluttuazioni dei tassi di cambio sul rendimento della classe di azioni oggetto di copertura. La copertura limita altresì la capacità di guadagno riconducibile a fluttuazioni favorevoli dei tassi di cambio.

In circostanze eccezionali in cui non sia possibile valutare equamente le attività, ovvero sia necessario venderle a un importo ampiamente scontato al fine di raccogliere liquidità, potremmo sospendere temporaneamente il fondo nel miglior interesse di tutti gli investitori.

Il fondo potrebbe perdere denaro, laddove una controparte con cui operi non voglia oppure non possa rimborsare il denaro dovuto al fondo.

Ulteriori dettagli sui fattori di rischio applicabili al fondo sono riportati nel Prospetto e nel documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID).

Altre informazioni

Per questo Fondo è consentito un ampio ricorso ai derivati.

Team del comparto

Claudia Calich

Claudia Calich - Gestore

Claudia Calich è entrata in M&G a ottobre 2013 come specialista del debito dei mercati emergenti ed è stata nominata gestore di M&G (Lux) Emerging Markets Hard Currency Bond Fund al momento del lancio, a maggio 2017. Oltre a gestire M&G Emerging Markets Bond Fund da dicembre 2013, a luglio 2015 ha assunto la gestione di M&G Global Government Bond Fund e il ruolo di vice gestore di M&G Global Macro Bond Fund. Claudia ha oltre 20 anni di esperienza nei mercati emergenti: dopo aver svolto vari ruoli all'interno di Oppenheimer Funds, Fuji Bank, Standard & Poor's e Reuters, nell'ultimo periodo è stata gestore senior presso la sede Invesco di New York. Laureata con lode in economia alla Susquehanna University nel 1989, ha conseguito un master in economia internazionale alla International University of Japan di Niigata.

 Accedi al profilo
Charles de Quinsonas

Charles De Quinsonas - vice gestore

Charles de Quinsonas è specialista di obbligazioni corporate dei Paesi emergenti ed è stato nominato vice gestore di M&G Emerging Markets Bond Fund nel settembre del 2015. È inoltre co-gestore di M&G (Lux) Emerging Markets Income Opportunities Fund e vice gestore di M&G (Lux) Emerging Markets Hard Currency Bond Fund sin dal lancio del fondo, a maggio 2017. Charles ha maturato oltre dieci anni di esperienza nel segmento obbligazionario corporate dei mercati emergenti e vanta una conoscenza approfondita del credito high yield. Prima di entrare in M&G nel 2014, Charles ha lavorato presso Spread Research a Lione e a New York, dove per quattro anni ha ricoperto il ruolo di analista di una serie di titoli di credito industriali nel segmento high yield e per l'area Paesi Emergenti. Charles ha conseguito una laurea in economia aziendale presso la ESSEC Business School e un master in Corporate finance presso la iaelyon School of Management

 Accedi al profilo
Nicolo Carpaneda

Nicolo Carpaneda - Consulente di investimento

Nicolò Carpaneda è entrato in M&G nel 2012 e ricopre la posizione di investment director per il team obbligazionario. Il suo ruolo include il compito di spiegare la filosofia e il processo di investimento, nonché la performance della gamma di fondi obbligazionari di M&G, oltre che il compito di fornire aggiornamenti sull'andamento dei mercati finanziari in generale, le tendenze di investimento e le prospettive economiche. In precedenza, Nicolò ha lavorato per Citigroup come associate, nell'ambito della divisione Global Markets & Banking, occupandosi di corporate finance e della gestione di diversi clienti multinazionali. È quindi arrivato in Prudential attraverso il programma di sviluppo della leadership del gruppo, con il ruolo di consulente interno. Nicolò ha conseguito una laurea in economia aziendale e un master in gestione aziendale all'Università Bocconi di Milano e un MBA presso la IE Business School, in Spagna. Parla correntemente italiano, inglese e spagnolo.

 Accedi al profilo

Per ulteriori informazioni