M&G (Lux) Sustainable Allocation Fund

Obiettivo e politica d’investimento

Obiettivo

Il fondo punta a generare una combinazione di crescita del capitale e reddito pari al 4-8% annuo in un periodo di cinque anni, al contempo tenendo conto di fattori ambientali, sociali e di governance (ESG).

Politica e strategia d’investimento

Investimenti core: Il fondo investe a livello globale (compresi i mercati emergenti), solitamente con le seguenti modalità:

- 20-80% in obbligazioni

- 20-60% in azioni

- 0-20% in altri attivi

Vengono selezionati gli attivi che soddisfano i criteri del gestore degli investimenti di valutazione dei fattori ESG e di impatto. Il 10-30% del fondo è investito in società che hanno un effetto positivo sulla società occupandosi delle principali sfide ambientali e sociali del mondo, secondo la metodologia di M&G per la valutazione degli effetti.

Sono escluse dall’universo d’investimento le società ritenute in violazione dei Global Compact Principles delle Nazioni Unite e/o coinvolte nella produzione di tabacco o armi controverse.

Il fondo di norma investe direttamente.

Può anche investire mediante derivati o tramite altri fondi.

Almeno il 70% del fondo è di norma investito in attivi valutati in euro o in valute oggetto di copertura nei confronti dell’euro.

Derivati: i derivati sono utilizzati a fini d’investimento, per ridurre rischi e costi e gestire l’effetto delle fluttuazioni valutarie.

Per maggiori informazioni, comprese le tipologie di asset detenuti e i derivati utilizzati, fare riferimento al Prospetto.

Strategia in breve: L’approccio all’investimento sostenibile ha luogo tramite un’asset allocation flessibile, realizzata investendo in titoli di società o governi che vantano standard elevati di comportamento ESG. L’approccio associa una ricerca, volta a determinare il valore equo degli attivi nel lungo periodo, con un’analisi dei fondamentali economici e delle reazioni di mercato ai diversi eventi nel breve termine, in modo da identificare le opportunità d’investimento.

Di seguito sono riportati i rischi principali che potrebbero influenzare i risultati

Il valore degli investimenti e il reddito da essi generato aumenteranno e diminuiranno. Di conseguenza, anche il prezzo del fondo e l’eventuale reddito da esso corrisposto saranno soggetti a oscillazioni al rialzo e al ribasso.Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo del fondo verrà realizzato ed è possibile che non si riesca a recuperare l’importo iniziale investito.

Il fondo può assumere posizioni corte attraverso l’uso di strumenti derivati non garantiti da attività fisiche equivalenti. Le posizioni corte riflettono l’aspettativa di una diminuzione del prezzo degli asset sottostanti. Di conseguenza, laddove tale aspettativa non si concretizzi e il valore delle attività aumenti, la posizione corta determinerà una perdita a carico del Fondo.

Il valore delfondo diminuirà qualora l’emittente di un titolo a reddito fisso detenuto in portafoglio non sia in grado di corrispondere gli interessi previsti o di rimborsare il proprio debito (circostanza nota come insolvenza). I titoli a reddito fisso che offrono un livello di reddito più elevato di solito hanno un rating di credito inferiore, a causa del maggiore rischio d’insolvenza. Più è alto il rating, minore è la probabilità che l’emittente risulti insolvente, ma i giudizi sul rating di credito possono variare.

Le variazioni dei tassi di cambio influenzeranno il valore dell’investimento.

Le classi di azioni coperte intendono replicare le performance di un’altra classe di azioni. Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo di copertura verrà realizzato. La strategia di copertura può limitare i vantaggi ottenibili dai detentori delle classi di azioni coperte in caso di deprezzamento della valuta della classe con copertura rispetto all’euro.

Il gestore effettuerà operazioni (ivi incluse operazioni su derivati), deterrà posizioni e collocherà liquidità in deposito con diversi istitutifinanziari. Esiste il rischio che gli istituti finanziari non adempiano ai loro obblighi o diventino insolventi.

Altre informazioni

Per questo Fondo è consentito un ampio ricorso ai derivati.

Team del comparto

Maria Municchi

Maria Municchi - Gestore

Maria Municchi è entrata in M&G nel 2009 e fa parte del team Multi Asset. È vice gestore di M&G Episode Income Fund e di M&G (Lux) Income Allocation Fund. In precedenza, ha lavorato in Barings e UBS Asset Management. È laureata in Finanza e management internazionale e ha ottenuto la qualifica di Chartered Financial Analyst (CFA).

 

 Accedi al profilo
Steven Andrew

Steven Andrew - vice gestore

Steven Andrew è entrato in M&G nel 2005, inizialmente nel team di strategia e rischio di portafoglio per poi passare al team Multi Asset, in seno al quale ha contribuito alla formulazione delle strategie di allocazione del patrimonio per la gamma di fondi multi-asset di M&G. Nel novembre del 2010 è stato nominato gestore del comparto M&G Episode Income Fund. Gestisce inoltre M&G (Lux) Income Allocation Fund e ha ricoperto lo stesso ruolo per gli OEIC autorizzati in Regno Unito che sono confluiti in questo fondo in data 16 marzo 2018. Prima di arrivare in M&G, Steven ha lavorato per F&C Asset Management, Merrill Lynch e la Banca d'Inghilterra. Steven si è laureato con lode in economia finanziaria presso la University of London.

 Accedi al profilo