M&G (Lux) Global Recovery Fund

ISIN
LU1829296034

NAV (06.12.2019)
9.68

Variazione (%)
0.19

Obiettivo e politica d’investimento

Obiettivo

Il fondo punta a generare, attraverso una combinazione di reddito e crescita di capitale, un rendimento maggiore rispetto a quello del mercato globale dei titoli azionari, in qualsiasi orizzonte d’investimento di cinque anni.

Politica e strategia d’investimento

Investimenti core: Almeno l’80% del fondo è investito in azioni emesse da società di qualunque settore e dimensione, domiciliate in qualsiasi paese, compresi i mercati emergenti*. Il gestore degli investimenti cerca di investire in società che, al momento dell’investimento, sono poco apprezzate dal mercato o le cui prospettive future sono sottovalutate dal mercato.

Altri investimenti: Il fondo può investire in altri fondi, liquidità o altri attivi facilmente monetizzabili.

Utilizzo di derivati: I derivati possono essere utilizzati anche per gestire i rischi, ridurre i costi e gestire l’impatto dei cambiamenti nei tassi di cambio sugli investimenti del fondo.

Strategia in breve: Il Fondo si concentra sulle società che, al momento dell’investimento, il gestore degli investimenti considera poco apprezzate dal mercato ovvero sulle società le cui prospettive future sono sottovalutate dal mercato, ma che hanno il potenziale per tornare in buone condizioni. L’approccio all’investimento del gestore, relativamente semplice, si concentra sui flussi di cassa e sulla strategia impiegata dai dirigenti di un’azienda per la ripresa della stessa.

Performance a confronto: Il fondo viene gestito attivamente. L’Indice MSCI ACWI rappresenta un riferimento per valutare le performance del fondo.

Termini del glossario

Derivati: contratti finanziari il cui valore dipende da altre attività.

Di seguito sono riportati i rischi principali che potrebbero influenzare i risultati

Il valore e il reddito derivante dalle attività del fondo potrà scendere, ma anche salire. Ciò determinerà una flessione o un aumento del valore del vostro investimento. Non vi è alcuna garanzia che il fondo consegua il proprio obiettivo ed è possibile che recuperiate un importo inferiore a quello inizialmente investito.

Il fondo può essere esposto a varie valute. Le fluttuazioni dei tassi di cambio possono incidere negativamente sul valore del vostro investimento.

L’investimento nei mercati emergenti comporta un rischio di perdita maggiore riconducibile, tra gli altri fattori, a rischi economici, valutari, di liquidità e regolamentari. Potrebbero sorgere delle difficoltà di acquisto, vendita, custodia o valutazione degli investimenti in tali paesi.

Il fondo può investire in azioni A cinesi. Gli investimenti in attività della Repubblica Popolare Cinese sono soggetti a condizioni politiche, normative ed economiche mutevoli, che possono creare difficoltà nella vendita o nell’ottenimento del relativo reddito. Inoltre, tali investimenti avvengono tramite i sistemi “Stock Connect”, che possono essere più sensibili al rischio di compensazione, regolamento e controparte. Questi fattori potrebbero determinare una perdita a carico del fondo.

In circostanze eccezionali in cui non sia possibile valutare equamente le attività, ovvero sia necessario venderle a un importo ampiamente scontato al fine di raccogliere liquidità, potremmo sospendere temporaneamente il fondo nel miglior interesse di tutti gli investitori.

Il fondo potrebbe perdere denaro, laddove una controparte con cui operi non voglia oppure non possa rimborsare il denaro dovuto al fondo.

Ulteriori dettagli sui fattori di rischio applicabili al fondo sono riportati nel Prospetto e nel documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID).

Altre informazioni

Il fondo investe principalmente in azioni societarie, pertanto potrebbe subire oscillazioni di prezzo più ampie rispetto ai fondi che investono in obbligazioni e/o liquidità.

Performance

Il valore degli investimenti è destinato a oscillare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso dei prezzi dei Fondi, pertanto è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito. Il livello di qualsiasi reddito generato dal Fondo è soggetto a oscillazioni. Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri.

Si ricorda che, per l’Italia, le statistiche sulla performance sono valutate al lordo delle imposte italiane sull’utile di capitale.


Fonte: NAV: State Street. Performance: Morningstar. Per le classi di azioni non denominate in sterline la performance è calcolata sulla base del prezzo di offerta, con utile lordo reinvestito. I dati di performance potrebbero non riflettere tutte le commissioni. Si prega di notare che, laddove indicati, i dati di performance della categoria Morningstar nella presente sezione provengono dal database predefinito di Morningstar, contenente tutte le classi di azioni per ogni fondo disponibili in Europa, Asia e Africa. Questi dati possono differire dai dati del settore comparativo delle schede prodotto di M&G, che provengono dallo stesso database, ma mostrano esclusivamente la classe di azioni più appropriata a rappresentare ciascun fondo, e unicamente per i fondi disponibili in Europa. Né Morningstar né i suoi fornitori di informazioni possono garantire la precisione, la completezza, la puntualità o la corretta sequenza delle Informazioni presenti sul sito, ivi comprese, a mero titolo esemplificativo, le Informazioni provenienti da Morningstar, concesse in licenza a Morningstar dai fornitori di informazioni, o ancora raccolte da Morningstar attingendo a fonti pubbliche. Le Informazioni potrebbero essere viziate da ritardi, omissioni o inesattezze.

Team del comparto

Shane Kelly - Co-gestore

Shane Kelly è stato nominato co-gestore di M&G (Lux) Global Recovery Fund nel luglio 2019 e gestore M&G (Lux) Japan Fund e M&G (Lux) Japan Smaller Companies Fund a settembre 2019. È entrato in M&G nel dicembre 2017, avendo in precedenza lavorato presso Alphinity Investment Management (Sydney, Australia) come analista di ricerca responsabile per i settori relativi a materiali di costruzione e salute, oltre che ricerca quantitativa. Prima di entrare in Alphinity, Shane ha lavorato per Alliance Bernstein (Sydney, Australia) tra il 2007 e il 2010 come gestore del rischio e analista quantitativo. Shane aveva già lavorato per M&G tra il 1999 e il 2007, come membro del team di costruzione del portafoglio e rischio, e in precedenza come responsabile del team di performance azionaria. Shane ha conseguito una laurea in commercio e amministrazione presso la Victoria University di Wellington e un master in finanza applicata e investimenti presso il Securities Institute of Australia.

 Accedi al profilo
Richard Halle

Richard Halle - Co-gestore

Richard Halle è il gestore di M&G (Lux) European Strategic Value Fund fin dal lancio, a settembre 2018, e ha gestito il fondo OEIC britannico corrispondente dal 2008 al 2018. Richard è stato nominato gestore di M&G (Lux) Pan European Dividend Fund e co-gestore di M&G (Lux) Global Recovery Fund nel luglio 2019. Inoltre, è vice gestore M&G (Lux) North American Value Fund dalla data di lancio. Entrato in M&G nel 1999 come analista di settore per il segmento assicurativo, dal 2002 cura la gestione di diversi mandati istituzionali relativi a una strategia value europea. Prima di entrare in M&G, Richard ha lavorato come analista di titoli per Sedwick Group. Si è laureato in studi commerciali presso la University of Natal, in Sudafrica, e ha conseguito la qualifica di Chartered Financial Analyst (CFA).

 Accedi al profilo
Daniel White

Daniel White - Co-gestore

Daniel White gestisce M&G (Lux) North American Value Fund dal lancio ed è stato nominato co-gestore di M&G (Lux) Global Recovery Fund nel luglio del 2019. A decorrere dalla stessa data, Daniel ha assunto il ruolo di vice gestore di M&G (Lux) Pan European Dividend Fund. Inoltre, è vice gestore di M&G (Lux) European Strategic Value Fund fin dal lancio. Entrato in M&G nel 2005 come analista di settore, lavora in stretta collaborazione con Richard Halle dal 2008. In precedenza, ha ricoperto il ruolo di contabile per Deloitte & Touche dopo aver conseguito una laurea in oceanografia presso la University of Southampton nel 2001. Ha ottenuto la certificazione di revisore contabile nel 2005 e detiene la qualifica di Chartered Financial Analyst (CFA).

 Accedi al profilo

Per ulteriori informazioni