Global Recovery Fund

ISIN
GB00BYRJNL93

NAV (23.08.2019)
10.56

Variazione (%)
0.09

Obiettivo e politica d’investimento

Obiettivo

Il fondo mira a fornire una combinazione di crescita del capitale e del reddito, al netto del Dato sulle Spese Correnti, che sia superiore all’indice MSCI ACWI in qualsiasi quinquennio.

Politica e strategia d’investimento

Investimento core: Almeno l’80% del fondo è investito in azioni di società di tutto il mondo (compresi i mercati emergenti) di qualunque settore e dimensione.

Altri investimenti: Il fondo può investire inoltre in altri fondi (compresi i fondi gestiti da M&G), in contanti o in attività rapidamente liquidabili.

Utilizzo di derivati: I derivati possono essere utilizzati per finalità d’investimento o per ridurre rischi o costi.

Strategia in breve: Il fondo utilizza un approccio disciplinato per analizzare e selezionare ogni società.

La strategia “recovery” investe in società che sono andate incontro a difficoltà, ma che hanno il potenziale per fornire rendimenti agli azionisti grazie a un’inversione di tendenza nel lungo periodo. L’approccio si concentra su tre fattori chiave: persone, strategia e flusso di cassa. L’instaurazione di un dialogo costruttivo con la dirigenza aziendale è fondamentale ai fini del processo d’investimento. Il gestore del fondo adotta una visione a lungo termine, con un periodo di possesso minimo che è generalmente pari o superiore a cinque anni.

Di seguito sono riportati i rischi principali che potrebbero influenzare i risultati

Il valore degli investimenti e il reddito da essi generato aumenteranno e diminuiranno. Di conseguenza, anche il prezzo del fondo e l’eventuale reddito da esso corrisposto saranno soggetti a oscillazioni al rialzo e al ribasso.Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo del fondo verrà realizzato ed è possibile che non si riesca a recuperare l’importo iniziale investito.

Le variazioni dei tassi di cambio influenzeranno il valore dell’investimento.

Il fondo investirà su mercati emergenti, i quali, in genere, sono di minori dimensioni e più sensibili a fattori economici e politici, e dove gli investimenti sono acquistati e venduti con minore facilità.In casi eccezionali, ilfondo potrebbe trovare difficoltà nel vendere tali investimenti o nel riscuotere il reddito da essi generato, con conseguenti perdite a carico del fondo stesso. In casi eccezionali, ciò potrebbe determinare la sospensione temporanea della negoziazione in azioni del fondo.

Qualora le condizioni di mercato rendessero difficile la vendita degli investimenti del fondo a un prezzo ragionevole per soddisfare le richieste di cessione dei clienti, potremmo sospendere temporaneamente le negoziazioni delle azioni del fondo.

Alcune operazioni effettuate dal fondo, quale ad esempio il deposito di contanti, richiedono l’impiego di altre istituzioni finanziarie (ad esempio le banche). Se una di queste istituzioni dovesse divenire inadempiente o insolvente, il fondo potrebbe subire una perdita.

Ulteriori dettagli sui fattori di rischio applicabili al fondo sono riportati nel Prospetto e nel documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID).

Altre informazioni

Il fondo investe principalmente in azioni societarie, pertanto potrebbe subire oscillazioni di prezzo più ampie rispetto ai fondi che investono in obbligazioni e/o liquidità.

Performance

Il valore degli investimenti è destinato a oscillare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso dei prezzi dei Fondi, pertanto è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito. Il livello di qualsiasi reddito generato dal Fondo è soggetto a oscillazioni. Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri.

Si ricorda che, per l’Italia, le statistiche sulla performance sono valutate al lordo delle imposte italiane sull’utile di capitale.


Fonte: NAV: State Street. Performance: Morningstar. Per le classi di azioni non denominate in sterline la performance è calcolata sulla base del prezzo di offerta, con utile lordo reinvestito. I dati di performance potrebbero non riflettere tutte le commissioni. Si prega di notare che, laddove indicati, i dati di performance della categoria Morningstar nella presente sezione provengono dal database predefinito di Morningstar, contenente tutte le classi di azioni per ogni fondo disponibili in Europa, Asia e Africa. Questi dati possono differire dai dati del settore comparativo delle schede prodotto di M&G, che provengono dallo stesso database, ma mostrano esclusivamente la classe di azioni più appropriata a rappresentare ciascun fondo, e unicamente per i fondi disponibili in Europa. Né Morningstar né i suoi fornitori di informazioni possono garantire la precisione, la completezza, la puntualità o la corretta sequenza delle Informazioni presenti sul sito, ivi comprese, a mero titolo esemplificativo, le Informazioni provenienti da Morningstar, concesse in licenza a Morningstar dai fornitori di informazioni, o ancora raccolte da Morningstar attingendo a fonti pubbliche. Le Informazioni potrebbero essere viziate da ritardi, omissioni o inesattezze.

Team del comparto

Richard Halle

Richard Halle - Gestore

Richard Halle è il gestore di M&G (Lux) European Strategic Value Fund fin dal lancio, a settembre 2018, e ha gestito il fondo OEIC britannico corrispondente dal 2008 al 2018. Richard è stato nominato gestore di M&G (Lux) Pan European Dividend Fund e co-gestore di M&G (Lux) Global Recovery Fund nel luglio 2019. Inoltre, è vice gestore M&G (Lux) North American Value Fund dalla data di lancio. Entrato in M&G nel 1999 come analista di settore per il segmento assicurativo, dal 2002 cura la gestione di diversi mandati istituzionali relativi a una strategia value europea. Prima di entrare in M&G, Richard ha lavorato come analista di titoli per Sedwick Group. Si è laureato in studi commerciali presso la University of Natal, in Sudafrica, e ha conseguito la qualifica di Chartered Financial Analyst (CFA).

 Accedi al profilo

Shane Kelly - Co-gestore

Shane Kelly è stato nominato co-gestore di M&G (Lux) Global Recovery Fund nel luglio 2019. È entrato in M&G nel dicembre 2017, avendo in precedenza lavorato presso Alphinity Investment Management (Sydney, Australia) come analista di ricerca responsabile per i settori relativi a materiali di costruzione e salute, oltre che ricerca quantitativa. Prima di entrare in Alphinity, Shane ha lavorato per Alliance Bernstein (Sydney, Australia) tra il 2007 e il 2010 come gestore del rischio e analista quantitativo. Shane aveva già lavorato per M&G tra il 1999 e il 2007, come membro del team di costruzione del portafoglio e rischio, e in precedenza come responsabile del team di performance azionaria. Shane ha conseguito una laurea in commercio e amministrazione presso la Victoria University di Wellington e un master in finanza applicata e investimenti presso il Securities Institute of Australia.

 Accedi al profilo
Daniel White

Daniel White - Co-gestore

Daniel White gestisce M&G (Lux) North American Value Fund dal lancio ed è stato nominato co-gestore di M&G (Lux) Global Recovery Fund nel luglio del 2019. A decorrere dalla stessa data, Daniel ha assunto il ruolo di vice gestore di M&G (Lux) Pan European Dividend Fund. Inoltre, è vice gestore di M&G (Lux) European Strategic Value Fund fin dal lancio. Entrato in M&G nel 2005 come analista di settore, lavora in stretta collaborazione con Richard Halle dal 2008. In precedenza, ha ricoperto il ruolo di contabile per Deloitte & Touche dopo aver conseguito una laurea in oceanografia presso la University of Southampton nel 2001. Ha ottenuto la certificazione di revisore contabile nel 2005 e detiene la qualifica di Chartered Financial Analyst (CFA).

 Accedi al profilo

Ratings

Il rating è attribuito alla classe di azioni

2 Star Rating

Per ulteriori informazioni