Puntare su dividendi immuni dal coronavirus

02/04/2020

La crisi globale provocata dal coronavirus all'inizio del 2020 ha messo improvvisamente fine a un decennio relativamente favorevole per gli investitori focalizzati sui dividendi.

Con centinaia di milioni, se non di miliardi, di consumatori e lavoratori costretti a restare a casa per combattere la pandemia, le società saranno inevitabilmente messe a dura prova nei prossimi mesi. Alcune avranno semplicemente meno liquidità da distribuire agli azionisti sotto forma di dividendi, altre non ne avranno affatto.

A prima vista, quello attuale sembra un ambiente più insidioso per gli investitori in cerca di dividendi, eppure per noi che puntiamo a un reddito crescente nel lungo periodo, ha indubbiamente creato delle opportunità.

L'importanza della selettività

La correzione scattata su tutti i mercati finanziari globali a marzo del 2020 è stata notevole. A seguito della decisione degli investitori di scaricare le azioni societarie per generare liquidità, ora le valutazioni sono non solo ridotte, ma a mio giudizio in molti casi estremamente basse.

Un lato positivo della volatilità di mercato è che crea occasioni eccezionali per acquistare azioni a prezzi molto convenienti, in termini storici. Dopo la correzione, molte società solide sono state scambiate con rendimenti da dividendi (il reddito da dividendo annuo ottenibile come proporzione del prezzo azionario) a doppia cifra alta, qualcosa di inconcepibile appena qualche mese fa.

In un contesto in cui i tagli alle distribuzioni stanno per diventare più frequenti, per gli investitori orientati al reddito è il momento di essere selettivi. Dopo tutto, le aziende più robuste saranno meglio attrezzate per continuare a remunerare gli azionisti nel clima attuale. Le società che dispongono di liquidità netta in bilancio dovrebbero essere avvantaggiate, come capacità di continuare a erogare dividendi, mentre sarei restio a investire nelle azioni di quelle compagnie che stanno entrando in questa recessione con un livello di indebitamento eccessivo, dato che quando diventa necessaria una ristrutturazione del debito, gli azionisti spesso sono penalizzati rispetto ad altri creditori che hanno diritto di priorità sugli asset.

L'opportunità di puntare sulla crescita

Guardando oltre le prospettive a breve termine, per gli investitori che aspirano a ottenere un reddito da dividendi in aumento nel tempo è importante considerare il potenziale di crescita a lungo termine delle società.

È possibile che un'azienda in rapida espansione offra un rendimento da dividendo relativamente basso oggi, ma se è in grado di incrementare le cedole in misura considerevole andando avanti, il flusso di reddito derivante dall'investimento iniziale assumerà proporzioni notevoli negli anni futuri.

Le società che presentano solide prospettive di crescita di solito sono ricercate dagli investitori, quindi è probabile che il prezzo da pagare per un reddito futuro sia piuttosto elevato. In momenti come questo, il declino generalizzato dei prezzi azionari crea l'occasione di investire in quei titoli a crescita rapida, la cui traiettoria a lungo termine non è stata intaccata, a prezzi molto più convenienti rispetto al passato recente.

Il pericolo di sbagliare i tempi sul mercato

Durante un crollo dei mercati c'è sempre la tentazione di cercare di evitare sofferenze peggiori e attendere che emergano chiari segnali di ripresa prima di investire o reinvestire. In realtà, è quasi impossibile agire con tempismo perfetto: se è vero che tenersi fuori dai giochi fintanto che l'incertezza persiste può essere l'opzione meno rischiosa, la storia ci insegna che un'eccessiva reticenza ad assumere rischi può costare cara nel lungo termine.

È possibile che i mercati azionari scendano ancora prima che gli investitori comincino a vedere la luce alla fine del tunnel, ma appena la fiducia nel futuro sarà ripristinata, credo che la ripresa possa essere non solo vigorosa, ma anche rapida.

Anche se forse dovremo aspettare giorni, settimane o mesi per vedere una svolta, se non siete investiti nel momento in cui si verifica quel rimbalzo dei prezzi azionari globali, avrete perso l'occasione per sempre.

Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri.

Il valore e il reddito degli asset del fondo potrebbe diminuire così come aumentare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso del valore dell’investimento. Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo del fondo verrà realizzato ed è possibile che non si riesca a recuperare l’importo iniziale investito.

Le opinioni espresse in questo documento non sono da intendersi come una raccomandazione, consulenza o previsione.