La crisi sarà un catalizzatore di soluzioni per le sfide globali?

03/06/2020

Questa crisi ha messo in luce la stretta interconnessione delle prospettive economiche non solo con la nostra salute, ma anche con quella degli animali e dell'ambiente in cui viviamo, e nel contempo ha portato in primo piano alcune delle criticità più importanti che la società globale è chiamata ad affrontare.

Le misure adottate per rallentare la diffusione del coronavirus hanno paralizzato gran parte dell'economia mondiale provocando il declino più drastico da generazioni.

Le paure degli investitori per la durata e la gravità di questa crisi economica hanno provocato il peggiore tracollo dei mercati dai tempi della crisi finanziaria globale. Da allora gran parte del dibattito si è focalizzato sul tipo di ripresa che dovremmo aspettarci, a forma di U, V o W, ma c'è una domanda importante che si rischia di trascurare: che caratteristiche avrà la ripresa?

Questa crisi ha messo in luce la stretta interconnessione delle prospettive economiche non solo con la nostra salute, ma anche con quella degli animali e dell'ambiente in cui viviamo, e nel contempo ha portato in primo piano alcune delle criticità più importanti che la società globale è chiamata ad affrontare.

Mentre i decisori politici meditano sulle strategie volte a garantire una maggiore resilienza della nostra società, gli investitori dovrebbero pensare a come le aziende possono plasmare il futuro: quelle che offrono soluzioni per le sfide globali più pressanti sono destinate non solo a generare un impatto positivo, ma anche ad avere successo sul piano finanziario.

Un'occasione per ripensare le priorità

È naturale che nei mercati volatili come quelli di inizio 2020 gli investitori siano tentati di adottare una visione di breve periodo, ma possiamo ipotizzare che gli aspetti problematici con cui dobbiamo confrontarci in questo periodo convincano molti di loro a ricalibrare gli orizzonti temporali di investimento.

Gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell'ONU (OSS), che codificano le principali sfide ambientali e sociali a livello mondiale, offrono un quadro di riferimento per determinare le questioni da mettere in primo piano nell'agenda politica, sociale ed economica di lungo periodo.

Il settore sanitario è un esempio lampante di come il superamento di queste sfide offra indubbiamente delle opportunità di investimento a lungo termine. Anche prima della pandemia, le società in via di invecchiamento stavano creando pressioni sui costi della salute. Per realizzare l'OSS numero 3, garantire una vista sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età, serviranno investimenti rilevanti.

Sta diventando sempre più indifendibile anche il rinvio degli interventi urgenti necessari per contrastare le cause e le conseguenze del cambiamento climatico, come recita l'OSS 13. Fortunatamente le soluzioni - costruire edifici più efficienti, ridurre gli sprechi alimentari e adottare un'economia circolare - sono tecnicamente disponibili e presentano enormi opportunità per le aziende in grado di vincere questa sfida globale.

Serviranno impegno e concentrazione. Siamo convinti che la gestione del coronavirus e del relativo impatto possa accelerare le iniziative mirate ad affrontare alcune di queste criticità a lungo termine.

Sustainable development goals

Una ripresa trasformativa?

È possibile che la serrata dell'economia produca conseguenze positive durature per il pianeta. Siamo stati costretti ad adottare stili di vita con un'impronta di carbonio minore, per esempio lavorando da casa anziché fare i pendolari e mangiando più prodotti locali, visto che le catene di fornitura globali sono state compromesse. L'aria più pulita è un vantaggio che tutti possono vedere chiaramente.

Anche i governi potrebbero premere per ricostruire un'economia più pulita e più verde. Per la prima volta dalla crisi finanziaria globale, stiamo assistendo a un aumento significativo della spesa pubblica in tutto il mondo sviluppato. Visto l'imperativo globale di affrontare il cambiamento climatico, è difficile credere che gli stimoli governativi non saranno almeno in parte mirati a incentivare la sostenibilità, soprattutto in Europa.

Oltre a incoraggiare la transizione verso un'economia a basse emissioni di CO2, si tenterà di concentrare gli sforzi sui rimedi per i cambiamenti sociali che in molti casi saranno esasperati dalla pandemia. La paralisi delle attività, destinata a creare nuovi poveri, ha rivelato l'estrema precarietà dell'occupazione nell'economia moderna. L'emergenza pandemica potrebbe catalizzare l'interesse dell'opinione pubblica intorno ai problemi della società e all'esigenza di investire in soluzioni adeguate.

Venti a favore nel più lungo termine

Per chi guarda con interesse alle società ben posizionate per contribuire a risolvere i principali problemi del mondo, la flessione dei mercati finanziari ha creato punti di ingresso molto vantaggiosi per investire a lungo termine.

Le opportunità non sono limitate alle azioni societarie: stanno aumentando le obbligazioni emesse da governi e società i cui proventi sono espressamente destinati ad affrontare problematiche sociali o di sostenibilità. Nel mese di aprile, la Banca per lo sviluppo intramericano, che è un organismo sovranazionale, ha emesso un'obbligazione da 2 miliardi di dollari specificamente per sostenere la lotta al coronavirus nei paesi latino-americani e caraibici.

Le misure di contrasto della pandemia stanno provocando indubbiamente effetti collaterali deleteri, come l'uso maggiore di plastica monouso e auto private, che però saranno solo temporanei. Nonostante il crollo dei prezzi globali del greggio ai minimi degli ultimi vent'anni, le fonti di energia rinnovabili come l'eolico e il solare hanno ormai costi competitivi rispetto al gas e al petrolio, anche senza sussidi.

La pressione normativa sta creando un clima molto favorevole per le aziende che svolgono un ruolo positivo sul piano sociale. Nell'Unione Europea per esempio, la legge impone ai grandi gruppi di divulgare informazioni su come affrontano certe sfide sociali e ambientali, e a livello globale le imprese che dimostrano una scarsa responsabilità sociale non possono più nascondersi.

Nell'immediato la priorità indubbiamente è combattere la pandemia e mitigarne gli effetti, che includono povertà e disoccupazione, ma quando l'economia globale ricomincerà a crescere, siamo ottimisti sulla possibilità che la ricerca di soluzioni per i grandi problemi mondiali di lungo periodo riceva un forte impulso. E gli investitori possono svolgere un ruolo cruciale ai fini di questo processo.

Le opinioni espresse in questo documento non sono da intendersi come una raccomandazione, consulenza o previsione.

Non prestiamo servizi di consulenza finanziaria. Per qualsiasi dubbio circa l'idoneità di un investimento si raccomanda di rivolgersi al proprio consulente finanziario

Il valore degli investimenti nel fondo è destinato ad oscillare. Questo determina il movimento al rialzo o al ribasso degli investimenti e la possibilità che non si riesca a recuperare l'ammontare inizialmente investito.