Le informazioni contenute in questo sito sono destinate esclusivamente a investitori qualificati.

Gli investitori privati non possono ricorrere o affidarsi alle informazioni contenute in queste pagine.

Si raccomanda di leggere la sezione “Termini e Condizioni” prima di navigare nel sito.

Selezionare l’opzione sulla destra per confermare di essere un investitore qualificato e di voler continuare.

Questo sito utilizza cookie

Il sito è impostato su “consenti cookie” per garantire all’utente una navigazione ottimale. Per ulteriori informazioni sui cookie o per cambiare le impostazioni, vedere la nostra policy “Privacy e cookie”. Cliccando per confermare di essere un investitore qualificato e proseguire nella navigazione, si acconsente all’uso dei cookie.

Tipo di investitore

Quanto è sicura la "sicurezza"?

Torna alla pagina precedente

Il clima di inquietudine implica che molti investitori siano ora più interessati ad un rendimento del capitale piuttosto che rendimento sul capitale, ma tenendo conto dell'inflazione, la liquidità detenuta in banca rischia di perdere valore. Con i tassi d'interesse storicamente bassi, i clienti potrebbero aver bisogno di aiuto per guardare oltre la liquidità al fine di assicurarsi il futuro finanziario in cui sperano.

Famiglie prudenti

Il sondaggio condotto da M&G in collaborazione con GfK per comprendere l'atteggiamento degli italiani nei confronti del risparmio e dell'investimento, ha rilevato un alto grado di avversione al rischio fra gli intervistati.

La liquidità in banca è o ci si aspetta che sia lo fonte principale (42%) per la sicurezza finanziaria durante la pensione e quasi il 60% degli intervistati ha indicato come aspetto prioritario la garanzia di non subire perdite, anche se questo significa accettare un ritorno sul capitale molto basso. Solo il 12% ha affermato che la scelta più probabile per far fronte a possibili esigenze finanziarie future potrebbe essere investire in asset finanziari potenzialmente in grado di generare un rendimento più elevato della liquidità tenuta in banca.

Saftey-Article-pic-1-IT

Fonte: GFK, luglio 2016

Sebbene la liquidità abbia offerto un rendimento reale negativo negli ultimi anni, in gran parte delle economie sviluppate, i portafogli delle famiglie in vaste regioni del mondo e, in particolare, in Europa, mantengono un'elevata esposizione alla percepita "sicurezza" della liquidità, come illustra il grafico seguente.

Grafico 1 - Esposizione alla liquidità delle famiglie

Safety-Chart 1-IT

Fonte: OCSE, National Accounts at a Glance 2015, estratto 3 ottobre 2016

Vista la forte turbolenza che ha investito i mercati finanziari globali in seguito alla crisi finanziaria del 2008, non sorprende che molti investitori abbiano adottato una certa cautela nei confronti del rischio. Tuttavia, in un ambiente di tassi d'interesse molto bassi, la prospettiva di inflazione è un fattore che i risparmiatori poco propensi al rischio non possono permettersi di ignorare.

Quanto conta l'inflazione

Anche i risparmiatori più prudenti devono tenere conto di come l'inflazione e i tassi d'interesse incidano sul potere d'acquisto del loro capitale. In altre parole, se nell'arco di un determinato periodo di tempo l'interesse guadagnato sulla liquidità detenuta in banca è inferiore al tasso di aumento dei prezzi, in futuro i risparmiatori potranno comprare quantità minori degli stessi beni e servizi.

Al momento, i risparmiatori sono molto penalizzati dai tassi d'interesse storicamente bassi. Se poi si considera l'inflazione, il rendimento reale che ricevono è di entità trascurabile, nella migliore delle ipotesi, se non addirittura negativo. Sebbene i titoli di giornale si siano concentrati sull'assenza di inflazione negli ultimi tempi, dobbiamo ricordare che su periodi di tempo lunghi l'inflazione può avere un impatto molto significativo. In ogni caso, anche un tasso di inflazione molto basso eroderà il valore del capitale, se è comunque superiore al livello dei tassi d'interesse.

Inoltre, beni e servizi di tipo diverso sono esposti a livelli di inflazione diversi, quindi il tasso di inflazione complessivo talvolta non riflette il quadro completo della situazione. Negli ultimi dieci anni, il declino dei prezzi dei beni voluttuari e, in particolare, di quelli acquistati con minore frequenza, come giochi, abbigliamento e dispositivi elettronici, ha messo in ombra gli aumenti consistenti di alcuni beni di consumo più essenziali di uso quotidiano, tra cui l'energia elettrica, gli alimentari e i servizi sanitari (il 72% degli intervistati nel nostro sondaggio ha infatti espresso preoccupazione per i costi sanitari attuali o futuri).

Saftey-Article-pic-2-IT

Fonte: GFK, luglio 2016

Considerando l'importanza di accrescere il capitale a un ritmo almeno pari a quello dell'inflazione, si capisce il motivo per cui può essere pericoloso cercare di garantire il proprio futuro finanziario solo con la liquidità.

Il costo della "certezza"

Negli anni successivi allo shock del 2008, le decisioni finanziarie di molti sono state improntate al tentativo di aggrapparsi a una certezza di fronte a situazioni di estrema incertezza. Tuttavia, il momento in cui gli investitori iniziano a sopravvalutare la "certezza" e a considerare un asset "privo di rischio" spesso coincide con la fase in cui tale asset presenta in realtà il rischio maggiore.

Come abbiamo visto, la liquidità resta la categoria di attivi più richiesta dalle famiglie italiane. Questa tendenza resiste nonostante la Banca centrale europea abbia tagliato il tasso di riferimento a livelli storicamente bassi. Chi ha ritenuto comunque più prudente puntare sulla "certezza" della liquidità, anche dopo il primo taglio del tasso base all'1% a gennaio 2009, ha perso diverse occasioni colte invece da chi è stato disposto a tollerare una dose notevole di volatilità sui mercati delle obbligazioni e, ancora di più, su quelli azionari, nello stesso periodo. Come evidenziato dal grafico 2, fra la maggior parte delle asset class principali, solo la liquidità ha generato rendimenti reali negativi in quell'arco di tempo. Di conseguenza, sarebbe stato meglio investire in una qualsiasi altra classe di attivi. È particolarmente interessante notare che le azioni sono andate molto bene in generale, anche nella fase di grave crisi economica in Europa.

Grafico 2 - Il pericolo di essere troppo prudenti

New-graph-alocation-Article-2-it

Fonte: Datastream, 19 marzo 2017

Far fruttare la liquidità

Per quanto un rialzo dei tassi d'interesse sia prevedibile, probabilmente non sarà né rapido né consistente. Sembra più ragionevole pensare che l'ambiente di tassi generalmente bassi persisterà ancora per qualche tempo. Intanto, il dato relativo all'inflazione complessiva, pur essendo un indicatore utile in senso ampio, non racconta tutta la storia. La vera esigenza oggi più che mai è far durare i risparmi più a lungo, in un periodo in cui la liquidità ferma in un conto corrente rischia di fatto di perdere valore.

Per questo è arrivato il momento di cercare altre strade per generare rendimenti superiori a quelli che può offrire la sola liquidità, anche se ovviamente ciò comporta la necessità di accettare un grado di rischio finanziario più elevato. Per chi non si sente in grado di gestire un portafoglio diversificato di asset volto a bilanciare rischio e rendimento, investire in un fondo multi-asset, come quelli della gamma Allocation di M&G, può essere una soluzione interessante.

Noi del team Multi Asset di M&G siamo convinti che ci siano al momento numerose opportunità di generare buoni rendimenti nel panorama di investimento globale, mentre la scelta di non assumere rischi detenendo liquidità implica costi elevati.

Tuttavia, è essenziale un'attenta considerazione delle valutazioni degli asset e del regime economico, per riuscire a selezionare in maniera accurata gli strumenti giusti al momento giusto. Non è un compito semplice: per questo riteniamo che la lunga esperienza e le solide competenze del nostro team nella gestione di fondi multi-asset possano rivelarsi molto utili agli investitori per affrontare l'ambiente stimolante, ma al contempo ricco di sfide, che si prospetta all'orizzonte.

Cyveillance Protected

Il presente sito è concepito ad uso esclusivo degli investitori qualificati ed è fornito ad esclusivo uso personale. Le informazioni contenute in questo sito non sono rivolte ad altri utenti.

Il valore degli investimenti è destinato a oscillare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso dei prezzi dei Fondi, pertanto è possibile che non si riesca a recuperare l'importo originariamente investito.