Glossario

Domande frequenti

Per saperne di più, un compendio delle domande che ci vengono poste più spesso e delle risposte dei nostri esperti.

Tutte le domande frequenti

Cerca un termine

Inserisci una frase o parola chiave per cercare nel sito.

Glossario

A

Agenzia di valutazione del credito

Società che analizza la solidità finanziaria degli emittenti di titoli obbligazionari e assegna un giudizio di merito al rispettivo debito. Moody’s e Standard & Poor’s sono esempi di questo tipo di agenzie.

Alfa

Il rendimento generato da un fondo in eccesso a quello ottenuto dal rispettivo indice comparativo. Viene spesso considerato rappresentativo del valore che un gestore di portafoglio aggiunge o sottrae al rendimento del fondo.

Allentamento monetario

Il taglio dei tassi d'interesse o l’acquisto di titoli sul mercato aperto da parte delle banche centrali per aumentare il denaro in circolazione.

Analisi del credito

Processo di valutazione di un titolo a reddito fisso, anche detto obbligazione, volto a stabilire la capacità di un debitore di adempiere gli obblighi assunti in relazione al debito contratto. Questa analisi mira a individuare il livello di rischio di insolvenza associato all'investimento in quella particolare obbligazione.

Asset

Ogni bene di proprietà di un’azienda, di un'istituzione o di un privato che abbia un valore commerciale o di scambio.

Asset allocation o allocazione del capitale

Ripartizione del patrimonio di un portafoglio in base alla propensione al rischio e agli obiettivi di investimento.

Asset class o classe di attività

Categoria di asset, come ad esempio liquidità, azioni, reddito fisso e le relative sottoclassi, nonché attività materiali come gli immobili.

Asset privo di rischio

Un asset che dal punto di vista nozionale non comporta alcun rischio di mancato pagamento da parte del mutuatario, come un titolo a reddito fisso di alta qualità emesso da un governo o la liquidità.

Azione

Titolo che conferisce al detentore una quota di proprietà di una società o di un fondo comune.

B

Bene fisico

Un oggetto di valore tangibile, come liquidità, attrezzature, scorte o immobili. L'espressione bene fisico può riferirsi anche a strumenti finanziari, come le azioni o le obbligazioni di una società.

Bene rifugio

Asset che gli investitori ritengono relativamente sicuro e al riparo da perdite nei momenti di instabilità del mercato.

Bund

Titolo obbligazionario emesso dal governo tedesco.

C

Cambio

Il cambio fra una valuta e l’altra, o la conversione di una valuta in un’altra. Il mercato dei cambi, vale a dire la piazza globale su cui le valute sono negoziate virtualmente giorno e notte, è detto anche forex o FX.

Capitale

Patrimonio o risorse di cui un’azienda dispone per finanziare la propria attività.

Capitale a rischio (CaR)

Il rischio di perdita parziale o totale del capitale investito.

Capitale iniziale

Il valore nominale di un’obbligazione, ovvero l’importo dovuto dal mutuatario all’investitore alla scadenza del titolo.

Capitalizzazione

Il valore di mercato complessivo di tutte le azioni in circolazione di una società.

Cedola

L’interesse corrisposto dallo Stato o dalla società cha ha contratto un prestito tramite l'emissione di obbligazioni.

Collocamento privato

Un'offerta di vendita a un numero relativamente limitato di investitori selezionati dall'azienda, generalmente banche di investimento, fondi comuni, compagnie assicurative o fondi pensione.

Conto economico

Rendiconto finanziario che riassume i ricavi, i costi e le spese di una società in un determinato periodo, solitamente un trimestre o un esercizio fiscale.

Contratto a termine

Contratto per l'acquisto o la vendita di una commodity o di uno strumento finanziario in una data futura a un prezzo prestabilito. I contratti a termine (o forward) sono negoziati privatamente fra due parti, sul cosiddetto mercato "over-the-counter" (OTC).

Copertura (hedging)

Metodo utilizzato per ridurre un rischio superfluo o indesiderato.

Costo di negoziazione

Comprende, ad esempio, le commissioni di intermediazione, di compensazione e di borsa, nonché le imposte come quella di bollo.

Credit default swap (CDS)

Tipo di derivati, ossia strumenti finanziari il cui valore e il cui prezzo dipendono da uno o più attivi sottostanti. I CDS sono contratti analoghi a una polizza assicurativa che protegge il detentore di un titolo a reddito fisso trasferendo il rischio di insolvenza a un altro investitore.

Credito

La capacità di un privato, un’impresa o un governo di assumere prestiti. In senso stretto, il termine è spesso utilizzato come sinonimo di titolo obbligazionario emesso da una società.

Crescita del capitale

Si verifica quando il valore corrente di un investimento è superiore all'importo inizialmente investito.

D

Data di pagamento

La data in cui il fondo distribuisce i dividendi agli investitori, di solito l’ultimo giorno lavorativo del mese.

Data ex dividendo

La data in cui la proprietà delle distribuzioni dichiarate è ufficialmente trasferita dal fondo agli investitori sottostanti; di solito coincide con il primo giorno lavorativo del mese.

Debito sovrano

Il debito di un governo.

Derivati

Strumenti finanziari il cui valore e prezzo dipendono da uno o più attivi sottostanti. I derivati si utilizzano per costituire un'esposizione o una protezione rispetto alle oscillazioni di valore degli investimenti sottostanti. I derivati possono essere negoziati sia su un mercato regolamentato, sia sul mercato "over-the-counter" (o "fuori borsa").

Deviazione standard

È una misura statistica di dispersione attorno alla media che indica quanto è stata ampia, in un certo arco temporale, la variazione dei rendimenti di un fondo.

Distribuzione

Il pagamento periodico, nel corso dell’anno, di interessi o dividendi a favore dei detentori di azioni/quote dei fondi gestiti. I dividendi rappresentano una quota degli utili di una società e vengono erogati agli azionisti in determinati momenti dell'anno.

Diversificazione

Tecnica di gestione del rischio che consiste nell’investire in un ventaglio di attivi diversi. In un portafoglio ben diversificato, le perdite subite su una singola partecipazione dovrebbero essere bilanciate dai guadagni derivanti da altri investimenti, e avere quindi un impatto limitato sul patrimonio complessivo.

Dividendo

Rappresenta una quota dell’utile di una società e viene erogato agli azionisti in determinati momenti dell’anno.

Duration

Misura della sensibilità di un titolo a reddito fisso (anche detto obbligazione) o di un fondo obbligazionario rispetto alle variazioni dei tassi d'interesse. Quanto più lunga è la duration, tanto maggiore sarà la sensibilità alle variazioni dei tassi d'interesse.

Duration modificata

Misura la sensibilità di un titolo a reddito fisso (anche detto obbligazione) o di un fondo obbligazionario alle variazioni dei tassi d’interesse. Maggiore è la duration di un’obbligazione o di un fondo obbligazionario, più accentuata sarà la sua sensibilità alle variazioni dei tassi d’interesse.

E

Economia sviluppata/mercato sviluppato

Economia bene affermata, con elevati livelli di industrializzazione, sicurezza e qualità della vita.

Economia/mercato emergente

Economia in rapida crescita e in via di industrializzazione. Gli investimenti nei mercati emergenti sono generalmente considerati più rischiosi di quelli nei mercati avanzati.

Emissione obbligazionaria

Un insieme di obbligazioni offerte al pubblico da una società o da un governo. Se si tratta di un’operazione eseguita per la prima volta, si definisce "nuova emissione".

Emittente

Un'entità che vende titoli, ossia obbligazioni e azioni.

Episodio

Una fase durante la quale gli investitori permettono alle emozioni di influire sulle loro decisioni, il che può determinare un comportamento irrazionale dei mercati finanziari.

Esposizione

La parte del portafoglio di un fondo investita in un titolo azionario/obbligazionario o in un settore/una regione determinati, in genere espressa in percentuale del portafoglio complessivo.

Esposizione fisica

L’esposizione del fondo esclusi gli strumenti derivati (strumenti finanziari il cui valore e il cui prezzo dipendono da uno o più titoli sottostanti).

F

Fondamentali (di una società)

Principi, regole, leggi o norme alla base di un sistema. I fondamentali di una società sono fattori specifici come il modello di business, gli utili, il bilancio e il debito.

Fondamentali (economici)

Principi, regole, leggi o norme alla base di un sistema. I fondamentali economici sono fattori come l'inflazione, l'occupazione e la crescita dell'economia.

Fondo comune d’investimento

Una tipologia di fondo gestito, il cui valore è direttamente collegato al valore degli investimenti sottostanti del fondo.

Fondo indicizzato

Fondo comune che investe in obbligazioni indicizzate, ossia titoli a reddito fisso in relazione ai quali sia il valore del prestito che i pagamenti degli interessi sono corretti per l'inflazione fino alla scadenza.

Future

Un contratto sottoscritto da due parti per l'acquisto o la vendita di una commodity o di uno strumento finanziario in una data futura a un prezzo prestabilito. I future sono negoziati su un mercato regolamentato.

G

Gearing (rapporto di indebitamento)

Il termine fa riferimento al livello di debito di una società rispetto al suo patrimonio netto. Una società il cui debito supera ampiamente il patrimonio netto ha rapporto di indebitamento elevato.

Gestione attiva

Approccio di investimento che prevede l'allocazione del capitale in base al giudizio dell’investitore o del gestore. L’investitore attivo punta a conseguire rendimenti superiori a quelli di mercato o di un determinato indice/settore, anziché a replicarli.

Gestione del rischio

Termine utilizzato per descrivere le attività intraprese dal gestore per limitare il rischio di perdita nell’ambito di un fondo.

Gestione passiva

Metodo di investimento che prevede una ripartizione del capitale in base alla ponderazione settoriale o dei singoli titoli adottata da un indice. La gestione passiva è detta anche "indicizzata" o "replicativa".

Gestore attivo

Gestore che adotta un approccio di investimento attivo. L’investitore attivo punta a conseguire rendimenti superiori a quelli di mercato o di un determinato indice/settore, anziché a replicarli.

Gestore passivo

Un gestore che adotta un metodo di investimento passivo. L’investitore passivo punta a conseguire rendimenti analoghi a quelli di mercato o di un determinato indice/settore, anziché a superarli.

Gilt

Titolo obbligazionario emesso dal governo del Regno Unito.

H

High Water Mark (HWM)

Il livello massimo raggiunto dal NAV (valore patrimoniale netto) di un fondo alla fine di un periodo contabile di 12 mesi.

I

Inasprimento monetario

L'aumento dei tassi d'interesse o la vendita di titoli sul mercato aperto da parte delle banche centrali per ridurre il denaro in circolazione.

Indice

Un indice rappresenta un particolare mercato o una parte dello stesso e serve da indicatore della performance di tale mercato.

Indice dei prezzi al consumo (IPC)

Indice usato per misurare l’inflazione, vale a dire il tasso di variazione dei prezzi di un paniere di beni e servizi rappresentativo dei prodotti che acquistiamo solitamente.

Indice dei prezzi al dettaglio (RPI)

Un indice di inflazione che misura il tasso di oscillazione dei prezzi di un paniere di beni e servizi nel Regno Unito, compresi i pagamenti dei mutui e l’imposta locale sulle abitazioni.

Inflazione

Il tasso di aumento del costo della vita. L’inflazione è solitamente indicata come percentuale su base annua, confrontando il prezzo medio del mese corrente con quello dello stesso mese dell'anno precedente.

Insolvenza

Si verifica quando un debitore non è in grado di adempiere l'obbligo di pagamento degli interessi maturati o di rimborso del prestito alla scadenza prestabilita.

Interest rate swap

Accordo tramite il quale due parti decidono di scambiare il pagamento di un tasso d'interesse fisso con il pagamento di un tasso variabile per un periodo di tempo prestabilito.

Investimento top-down

Metodo di investimento basato su un’analisi dei fattori economici (ovvero del quadro generale) preliminare alla selezione titoli. L’investitore top-down valuta quali settori dovrebbero offrire i rendimenti migliori in determinate condizioni economiche e limita la propria ricerca a quelle aree.

L

Leva finanziaria

Con riferimento a una società, indica il livello di debito rispetto al patrimonio netto. Quando una società ha un debito ampiamente superiore al patrimonio netto si dice che ha una leva finanziaria elevata. Il termine può essere riferito anche a un fondo che prende in prestito denaro o utilizza strumenti derivati per amplificare una posizione di investimento.

Liquidità

Una società si considera molto liquida se dispone di denaro contante in abbondanza. Le azioni di una società si ritengono molto liquide se possono essere facilmente acquistate o cedute in quanto regolarmente scambiate in grandi quantità.

M

Macroeconomico

Fa riferimento all’andamento di un’economia a livello regionale o nazionale. I fattori macroeconomici, come produzione, disoccupazione, inflazione e investimenti, sono indicatori chiave dell’andamento dell’economia. Talvolta abbreviato in "macro".

Mercato rialzista

Un mercato caratterizzato da prezzi dei titoli in aumento e spesso anche da un clima di ottimismo e fiducia degli investitori in un andamento positivo duraturo.

Mercato ribassista

Un mercato caratterizzato da un calo dei prezzi dei titoli e da un diffuso pessimismo, spesso causa di un clima di sfiducia che si autoalimenta.

N

Netto

La porzione di un fondo investita, ad esempio, in diversi settori, inclusi i derivati, che sono strumenti finanziari il cui valore e il cui prezzo dipendono da uno o più attivi sottostanti.

O

Obbligazione

Un prestito, generalmente contratto da un governo o da un’impresa, che solitamente prevede il pagamento di un tasso d'interesse fisso per un periodo di tempo determinato, alla fine del quale l'importo iniziale del prestito viene rimborsato.

Obbligazione convertibile

Titolo a reddito fisso che può essere scambiato con un numero prestabilito di azioni della società in determinati momenti del suo periodo di vita.

Obbligazione di categoria “investment grade”

Titolo obbligazionario emesso da una società con giudizio medio o alto attribuito da un’agenzia di valutazione del credito affermata. Le obbligazioni investment grade sono considerate titoli con un rischio di insolvenza inferiore rispetto alle obbligazioni di emittenti con merito creditizio più basso. Per insolvenza si intende l'incapacità di un'azienda o di un governo di adempiere i propri obblighi di pagamento degli interessi o di rimborso dell'importo iniziale investito alla scadenza del titolo.

Obbligazione high yield

Titolo obbligazionario con un rating basso assegnato da un’agenzia di valutazione del credito affermata. Le obbligazioni high yield sono associate a un rischio di insolvenza più elevato rispetto a quello dei titoli a reddito fisso di qualità migliore, ossia con un rating più elevato, ma offrono una remunerazione potenzialmente maggiore. Per insolvenza si intende l'incapacità di un'azienda o di un governo di adempiere i propri obblighi di pagamento degli interessi o di rimborso dell'importo iniziale investito alla scadenza del titolo.

Obbligazione indicizzata all’inflazione

Titolo obbligazionario in relazione al quale sia il valore del prestito che i pagamenti degli interessi sono adeguati in base all’inflazione fino alla scadenza. Nota anche semplicemente come obbligazione indicizzata.

Obbligazione indicizzata all'inflazione

Titolo obbligazionario in relazione al quale sia il valore del prestito che i pagamenti degli interessi sono corretti per l'inflazione fino alla scadenza. Si parla anche semplicemente di obbligazione indicizzata.

Obbligazione o titolo a reddito fisso

Un prestito in forma di titolo, generalmente emesso da un governo o da un’impresa, che di norma prevede il pagamento di un tasso d'interesse fisso per un periodo di tempo determinato, alla fine del quale l'importo iniziale del prestito viene rimborsato.

Obbligazione societaria

Titolo a reddito fisso emesso da una società. Può offrire un interesse superiore a quello dei titoli di Stato in quanto è spesso ritenuto più rischioso.

Obbligazione societaria a breve scadenza

Titolo a reddito fisso emesso da una società e rimborsato in un arco di tempo relativamente breve.

Obbligazione sub-investment grade

Titolo a reddito fisso emesso da un'impresa con bassa qualità creditizia attribuita da un’agenzia di valutazione del credito affermata. Le obbligazioni di questo tipo sono considerate a maggior rischio di insolvenza rispetto alle emissioni di società con rating più alti.

Offerta pubblica iniziale (IPO)

La prima vendita di azioni da parte di un'impresa privata al pubblico.

Opzioni

Contratti finanziari che conferiscono il diritto, ma non l’obbligo, di comprare o vendere un titolo a un prezzo determinato entro una certa data futura.

Over-the-counter (OTC)

Negoziazione diretta di asset finanziari fra due parti. Si contrappone alla negoziazione in borsa, che avviene tramite mercati istituiti specificamente per tale scopo. Si parla quindi di trading OTC o fuori borsa.

P

Parametri di valutazione

Parametri utilizzati per determinare il valore corrente di un asset o di una società.

Politica fiscale

Politica del governo su tassazione, spesa e finanziamento.

Politica monetaria

La regolazione del denaro in circolazione e dei tassi d'interesse da parte di una banca centrale.

Posizione corta

È la posizione adottata da un gestore di fondi quando si aspetta un ribasso del mercato.

Posizione lunga

Si riferisce al possesso di un titolo, come un’azione o un’obbligazione, detenuto in base all’aspettativa che lo stesso aumenti di valore.

Premio di rischio

La differenza fra il rendimento di un asset privo di rischio, come un titolo di Stato di alta qualità o la liquidità, e quello di un investimento in qualsiasi altro asset. Il premio di rischio si può considerare il "prezzo" o la "ricompensa" da pagare all’investitore che assume un rischio maggiore. Un premio di rischio più alto implica un livello di rischio più elevato.

R

Rapporto prezzo-utili (P/E)

Indica il rapporto fra il prezzo corrente dell'azione di una società e l'utile per azione. Riflette l'opinione del mercato circa le prospettive di utile dell'azienda. Si calcola dividendo il valore di mercato per azione per gli utili per azione.

Rapporto rischio-rendimento

Il rapporto fra i rendimenti attesi di un investimento e l'entità del rischio assunto.

Rating di tripla A o AAA

Il rating più alto che un titolo a reddito fisso (anche detto obbligazione) possa ricevere dalle agenzie di valutazione. I titoli con rating AAA sono quelli associati al rischio di insolvenza più basso. Per insolvenza si intende la circostanza in cui un debitore non è in grado di adempiere l'obbligo di pagamento degli interessi maturati o di rimborso dell'importo iniziale investito alla scadenza del titolo.

Rendimento

Può riferirsi all'interesse ricevuto da un titolo a reddito fisso o ai dividendi derivanti da un'azione. È generalmente espresso come percentuale basata sul costo, sul valore di mercato corrente o sul valore nominale dell'investimento. I dividendi rappresentano una quota degli utili di una società e vengono erogati agli azionisti in determinati momenti dell'anno.

Rendimento

Si riferisce al reddito generato da un investimento, generalmente espresso come percentuale annua in relazione al costo, al valore di mercato corrente o al valore nominale dell’investimento.

Rendimento (azionario)

Si riferisce ai dividendi ricevuti dai detentori delle azioni di una società; di solito viene espresso come percentuale annua in relazione al costo, al valore di mercato corrente o al valore nominale dell’investimento. I dividendi rappresentano una quota degli utili di una società e vengono erogati agli azionisti in determinati momenti dell'anno.

Rendimento (reddito)

Si riferisce al reddito ricevuto su un investimento, di solito espresso come percentuale annua in relazione al costo, al valore di mercato corrente o al valore nominale dell’investimento.

Rendimento da distribuzione

Rappresenta l'importo atteso che sarà distribuito da un fondo gestito nei dodici mesi successivi, espresso come percentuale del prezzo per azione del fondo stesso a una determinata data.

Rendimento del capitale

La plusvalenza o minusvalenza conseguita sul capitale investito in un determinato periodo di tempo. Comprende solo i guadagni o le perdite di capitale, ma non il reddito (in forma di interessi o dividendi).

Rendimento reale (real return)

Il rendimento di un investimento, corretto per la variazione dei prezzi in un determinato Paese.

Rendimento reale (real yield)

Il rendimento di un investimento, corretto per la variazione dei prezzi in un determinato Paese.

Rendimento sottostante

Si riferisce al reddito ottenuto da un fondo gestito; di solito è espresso su base annua come percentuale del valore corrente del fondo.

Rendimento totale

Il guadagno o la perdita derivante da un investimento in un determinato periodo. Il rendimento totale comprende sia il reddito (sotto forma di interessi o dividendi) sia le plusvalenze.

Replica dell’indice

Strategia di gestione che punta a replicare i rendimenti di un particolare indice.

Rischio

La probabilità che il rendimento di un investimento sia diverso da quello atteso. Il rischio comprende la possibilità di perdere, in toto o in parte, l’importo inizialmente investito.

Rischio di credito

Il rischio che un’obbligazione finanziaria non venga rimborsata, con conseguenti perdite per il creditore.

Rischio di duration

Tanto più lunga è la duration di un titolo a reddito fisso (anche detto obbligazione) o di un fondo obbligazionario, tanto maggiore sarà la sua sensibilità alle oscillazioni dei tassi e, di conseguenza, il rischio insito nell'investimento.

Rischio di inflazione

Il rischio che l’inflazione riduca il rendimento offerto da un investimento in termini reali.

Rischio di insolvenza

Il rischio che un investitore obbligazionario non riceva gli interessi o il rimborso totale del prestito alla scadenza.

Rischio tassi d'interesse

Il rischio che un investimento a reddito fisso perda valore in caso di rialzo dei tassi d'interesse.

S

Scadenza

La data in cui l'importo iniziale dell'investimento in un titolo a reddito fisso deve essere rimborsato al detentore del titolo stesso.

Scambiato sul mercato

Si può dire di qualunque attivo negoziato su una piazza di scambi, come è il caso delle azioni di una società quotata in borsa.

Selezione bottom-up

Selezione dei titoli azionari in base al grado di attrattiva della società emittente.

Senza vincoli

Il termine viene usato per descrivere il mandato di un fondo che consente al gestore di investire liberamente seguendo la propria strategia, senza l'obbligo di allocare il capitale in base, ad esempio, alle ponderazioni di un indice.

Sistema del credito

Si riferisce ai mezzi di finanziamento e indica l'insieme di norme e istituti coinvolti nella concessione di prestiti commerciali.

Società di investimento di tipo aperto (OEIC)

Una tipologia di fondo gestito, il cui valore è direttamente collegato al valore degli investimenti sottostanti del fondo.

Sottopeso

Se un portafoglio "sottopesa" un titolo significa che detiene quel titolo in una percentuale inferiore rispetto al settore o all’indice di riferimento.

Sovrappeso

Se un portafoglio "sovrappesa" un titolo significa che detiene quel titolo in percentuale maggiore rispetto al settore o all’indice di riferimento.

Spread creditizio

La differenza di rendimento tra un’obbligazione societaria e un titolo di Stato di pari durata. Per rendimento si intende il reddito ottenuto da un investimento, espresso come percentuale del valore di mercato corrente dell'investimento stesso.

Strategia FX

Il mercato dei cambi (FX) si può considerare un’asset class a tutti gli effetti, così come l'azionario, l'obbligazionario, l'immobiliare e la liquidità. Le valute possono quindi essere utilizzate come fonte di rendimento.

Strumenti monetari

Depositi o investimenti con caratteristiche simili alla liquidità.

Struttura del capitale

La composizione del passivo di un’azienda; si riferisce alle modalità di finanziamento dell’attivo tramite il capitale proprio (ossia la raccolta di fondi attraverso la vendita di azioni) e il debito. Spesso, quando si parla di struttura del capitale, si analizza il rapporto fra debito e capitale proprio, indicativo del livello di rischio dell’impresa.

T

Titoli di Stato a breve scadenza

Prestiti onerosi emessi dai governi e rimborsati su periodi relativamente brevi.

Titolo

Termine finanziario per un asset in forma cartacea, solitamente un’azione o un titolo a reddito fisso, detto anche obbligazione.

Titolo a tasso variabile (Floating Rate Note, FRN)

Titolo il cui interesse viene periodicamente adeguato in base alle variazioni dei tassi di riferimento.

Titolo di Stato

Titolo obbligazionario emesso dal governo. In genere corrisponde un interesse a tasso fisso nell'arco di un periodo di tempo determinato, alla fine del quale l'investimento iniziale viene rimborsato.

Treasury

Obbligazione emessa dal governo statunitense.

U

UCITS

Acronimo di Undertakings for Collective Investments in Transferable Securities (organismi di investimento collettivo in valori mobiliari). Si tratta della normativa europea relativa ai veicoli di investimento che possono essere collocati nell’Unione Europea; è concepita per rafforzare il mercato unico degli strumenti finanziari mantenendo elevati livelli di protezione per l’investitore.

Utile per azione

Indicatore di redditività di un'impresa, calcolato come utile netto della società diviso per il numero di azioni in circolazione.

V

Valore patrimoniale netto (NAV)

Il valore patrimoniale netto di un fondo è calcolato sottraendo il valore corrente delle passività da quello delle attività del fondo.

Valore sottostante

Il valore fondamentale di un'impresa, che include sia beni materiali che immateriali, piuttosto che il valore corrente di mercato.

Valutazione

Il valore di un asset o di una società riflesso dal prezzo corrente.

Valutazione del credito (rating)

Valutazione indipendente della capacità di un determinato soggetto di rimborsare i propri debiti. Un giudizio, o rating, elevato indica che l'agenzia di valutazione del credito considera l'emittente a basso rischio di insolvenza, mentre un rating basso riflette un rischio di insolvenza alto. Le tre agenzie di rating più importanti sono Standard & Poor's, Fitch e Moody’s. Per insolvenza si intende l'incapacità di un'azienda o di un governo di adempiere i propri obblighi di pagamento degli interessi o di rimborso dell'importo iniziale investito alla scadenza del titolo.

Vendita allo scoperto

L’espressione si riferisce spesso alla vendita di un asset che non si possiede. L’investitore prende in prestito l’asset da un altro soggetto che ne sia in possesso in cambio di una commissione e alla fine è tenuto a restituirlo acquistandolo sul mercato aperto. Se nel frattempo il prezzo dell’asset è sceso, l’investitore lo acquista a meno di quanto abbia ricavato dalla vendita, realizzando così un profitto, ma può anche succedere il contrario.

Volatile

Si dice di un’azione, un mercato o un settore che presenti frequenti e/o significative oscillazioni di prezzo, al rialzo o al ribasso.

Volatilità

La misura in cui un titolo, un fondo o un indice subisce rapide oscillazioni. Si calcola come il grado di deviazione dalla norma per quel tipo di investimento in un dato periodo di tempo. Maggiore è la volatilità, più il titolo tenderà ad essere rischioso.

W

Warrant

Titolo emesso da una società che conferisce al detentore il diritto di acquistare o vendere azioni di tale azienda a un prezzo prestabilito ed entro un determinato lasso di tempo.

Per ulteriori informazioni